• Viale Bartolomeo Papio 3, CH-6612 Ascona

Patologie Oculari

Patologie Oculari

UN ORGANO PICCOLO MA COMPLESSO

LE PRINCIPALI
PATOLOGIE OCULARI

VIZI
REFRATTIVI

PATOLOGIE PALPEBRALI

OCCHIO
SECCO

PATOLOGIE
CONGIUNTIVALI

PATOLOGIE CORNEALI

UVEA E INFIAMMAZIONI

CAMPO VISIVO E GLAUCOMA

CRISTALLINO E CATARATTA

RETINA E MACULOPATIE

STRABISMO E ORTOTTICA

VIZI REFRATTIVI

LA LUCE NON FOCALIZZA SULLA RETINA

Miopia, ipermetropia ed astigmatismo sono i principali difetti refrattivi nei quali la luce non focalizza sulla retina per cui le immagini appaiono sfocate. Sono difetti molto comuni e si possono correggere con occhiali.

L’ipermetropia nei bambini può essere causa di mal di testa o addirittura di strabismo. La miopia tipicamente si manifesta durante l’adolescenza e la vista da lontano ne è affetta.

PATOLOGIE PALPEBRALI

LE PALPEBRE: LO SCUDO PROTETTIVO DELL’OCCHIO

Esse oltre ad essere la struttura protettiva primaria degli occhi, contengono anche strutture importanti per formare e distribuire un film lacrimale omogeneo garantendo una superficie oculare perfettamente liscia e trasparente.

Le principali patologie palpebrali sono di natura infiammatoria, vi sono inoltre problematiche strutturali e patologie tumorali.

OCCHIO SECCO

UN FASTIDIO RICORRENTE E FREQUENTE

L’occhio secco si verifica quando il film lacrimale, comunemente le lacrime, viene prodotto in scarsa quantità oppure quando è di scarsa qualità.

Il film lacrimale ne risulta instabile e di conseguenza può essere un fastidio più o meno importante. È una condizione estremamente comune, in particolare nella donna post menopausa e negli anziani.

PATOLOGIE CONGIUNTIVALI

CONGIUNTIVA E SCLERA RAPPRESENTANO LA PARETE OCULARE

La congiuntiva è un tessuto mucoso trasparente che ricopre la superficie del bulbo oculare. Lo strato sottostante è la sclera, un tessuto molto resistente di colore bianco, rappresenta la struttura vera e propria del bulbo oculare.

La congiuntivite è la patologia più comune. Può essere di origine infettiva (p. es. virale oppure batterica) o infiammatoria (p. es. allergica). Le scleriti sono decisamente più rare e la maggioranza sono associate ad altre malattie sistemiche auto immuni.

PATOLOGIE CORNEALI

LA CORNEA: UNA LENTE TRASPARENTE E RESISTENTE

La cornea è una struttura complessa che, oltre ad avere una funzione protettiva, ha un ruolo chiave nella rifrazione della luce che la attraversa. La sua forma sferica e la sua trasparenza sono caratteristiche indispensabili per garantire una visione nitida.

Traumi con conseguente erosione corneale sono frequenti e dolorosi. Le infezioni corneali si riscontrano pure con una certa frequenza, soprattutto le cheratiti batteriche nei portatori di lenti a contatto.

UVEA E INFIAMMAZIONI

UN OCCHIO ROSSO E DOLENTE

Le uveiti rappresentano le infiammazioni della parete oculare interna. I sintomi principali sono un arrossamento oculare più o meno dolente, visione sfocata ed un fastidio alla luce.

A volte l’uveite è legata ad una patologia sistemica e in questo caso la diagnosi e la cura vengono fatte con l’aiuto del medico internista.

CAMPO VISIVO E GLAUCOMA

UNA PATOLOGIA SILENTE ED INDOLORE

Il glaucoma rappresenta un danno progressivo del nervo ottico il quale si manifesta in una perdita progressiva del campo visivo. La causa è spesso legata alla pressione intraoculare eccessivamente alta.

Il glaucoma non è doloroso ed il decorso molto insidioso e spesso i pazienti manifestano disturbi solo ad uno stadio avanzato. La terapia, conservativa o chirurgica, molto spesso rallenta o ferma la patologia.

Esiste pure il glaucoma acuto, forma molto più rara, è caratterizzato da un aumento rapido della pressione intraoculare con conseguente dolore e vista sfocata. Esso richiede una presa a carico medica immediata.

CRISTALLINO E CATARATTA

IL CRISTALLINO DIVENTA OPACO

Il cristallino è una struttura lentiforme e trasparente sospesa all’interno dell’occhio, posteriormente all’iride. Esso ha la funzione di focalizzare la luce sulla retina e, grazie all’accomodazione, il cristallino garantisce una visione nitida sia delle immagini lontane sia di quelle vicine.

Il suo progressivo invecchiamento lo rende più rigido per cui l’accomodazione si riduce gradualmente (presbiopia). In seguito la sua opacizzazione, chiamata cataratta, causa uno sfocamento progressivo delle immagini.

La cura è l’intervento chirurgico che permette di sostituire il cristallino naturale con una lentina artificiale.

RETINA E MACULOPATIE

UN TESSUTO NERVOSO INTERCONNESSO E ORGANIZZATO

La retina è un complesso tessuto che ricopre tutta la parete interna dell’occhio. Essa contiene più di 100 milioni di fotorecettori, cellule che inviano i segnali luminosi al cervello tramite il nervo ottico.

La retina distingue una zona centrale chiamata macula, responsabile della visione dettagliata, ed una zona periferica chiamata periferia, la quale garantisce l’intero campo visivo.

Le maculopatie sono una serie di patologie che colpiscono la macula e di conseguenza con forte impatto sull’acuità visiva. La maggioranza viene curata con delle iniezioni intraoculari periodiche.

La periferia retinica è pure importante in quanto le degenerazioni retiniche hanno un ruolo importante nel distacco retinico il quale, se non sanato, porta alla perdita completa della vista.

STRABISMO E ORTOTTICA

IL DISALLINEAMENTO DEGLI OCCHI

Lo strabismo è il disallineamento di un occhio rispetto all’altro, ossia la perdita di fissazione da parte di un occhio. A dipendenza della deviazione rispetto all’occhio controlaterale si distinguono diverse forme di strabismo come esotropia, exotropia, strabismo verticale o altre forme particolari.

Le cause più frequenti sono i vizi refrattivi, spesso l’ipermetropia, oppure la scarsa funzione visiva di un occhio la quale non permette una coordinazione di entrambi gli occhi.

La diagnosi ed il trattamento precoce sono essenziali per una riabilitazione visiva ottimale. Essi, come pure i controlli periodici, sono garantiti dall’ortottista il quale svolge una formazione specifica per questo tipo di patologie.